CONTATTACI:info@footurelab.com

Footure Next GenerationFooture Next Generation: CHRISTIAN DALLE MURA E LORENZO PIROLA

6 Agosto 2019

Entrambi mancini ed entrambi classe 2002, sono stati i difensori centrali nell’Europeo U17 giocato dall’Italia a maggio: parliamo di Christian Dalle Mura e Lorenzo Pirola, rispettivamente di proprietà della Fiorentina e dell’Inter. Quest’ultimo ha partecipato al ritiro della Prima Squadra (ha esordito nell’amichevole vinta contro il Lugano) e alla tournée in Asia, in cui è stato elogiato dal coach Antonio Conte. Dalle Mura invece è stato aggregato per la prima settimana al ritiro di Moena.

Andiamo ad analizzare l’Europeo dei due giocatori tramite gli sportsdata Footure Lab, estrapolando le loro caratteristiche tecnico-tattiche.

Come già accennato, i due difensori sono entrambi mancini, caratteristica più unica che rara nell’asse centrale in un reparto difensivo. In trasmissione utilizzano il piede dominante mediamente per più dell’80% del totale e, nel caso di Dalle Mura, con dei margini di miglioramento nell’efficacia con il piede debole (più del 25% dei passaggi effettuati con il destro risultano negativi). Hanno giocato insieme cinque delle sei gare del torneo continentale, ad eccezione della partita contro la Spagna, in cui Mister Nunziata ha ruotato la rosa ma non ha fatto a meno di Pirola, che ha giocato insieme a Riccio (Juventus).

Entrambi hanno una forte attitudine difensiva, sono forti nei duelli e hanno dei margini di miglioramento in fase di possesso; i due prediligono il passaggio corto, prevalentemente in situazione di giro palla, e ricercano la verticalizzazione meno di 2 tentativi ogni 10. La prima differenza tra i due si nota qui: Dalle Mura ha una differenza nella qualità della verticalizzazione (positiva nel 52% dei casi) rispetto al compagno di reparto (positiva nel 30% dei casi) e si intravedono delle potenzialità su cui lavorare.

 

 

Un esempio di verticalizzazione positiva di Dalle Mura

 

Un esempio di verticalizzazione negativa di Pirola

Diverso è il discorso per quanto riguarda l’attitudine difensiva, dove i due hanno fatto vedere ottime qualità contro i pari età. Entrambi hanno recuperato il possesso della palla maggiormente nella zona compresa tra i 25 e i 50 metri (77% Dalle Mura e 81% Pirola) e hanno mostrato ottime qualità nella lettura delle traiettorie avversarie (per il centrale interista risulteranno il 52% delle palle recuperate attraverso il passaggio intercettato).

Ciò che li accomuna è anche l’ottima abilità nell’anticipo, prevalentemente aereo: Pirola è riuscito ad anticipare il diretto avversario per 17 volte su 25, caratteristica che in fase di elaborazione dati risulterà essere tra le migliori in fase difensiva.

 

 

La qualità nell’anticipo aereo di Pirola

Dalle Mura invece risulta essere dominante soprattutto nei contrasti bassi (14 tentativi vincenti su 15 totali), nei duelli e negli anticipi aerei. Una menzione anche nell’intercetto dei cross avversari, dove i due hanno mostrato ottimo senso della posizione e una concentrazione sempre elevata.

Il tempismo di Dalle Mura negli anticipi bassi

In fase prettamente offensiva si denotano eventi limitati (non si rilevano conclusioni da parte di Dalle Mura e solamente 2 in tutto il torneo per Pirola), anche se il difensore dei viola ha tentato l’1 vs 1 per quattro volte, uscendo vincitore in tre tentativi.

Entrambi saranno tra i protagonisti del prossimo campionato Primavera 1 e continueremo con interesse a monitorare le performance dei due difensori (Footure Lab rileva settimanalmente i dati di tutti i match) che, dopo il recente buon Europeo, avranno ora il compito di continuare il loro percorso di crescita e confermare le qualità messe in mostra.

SUBSCRIBE NOW

Don't miss our latest news and football game reports. We track record of success in training players.

MEET FOOTURELAB

Follow us on social and get in touch with us for any information.